Follow Us

L’EVOLUZIONE DELLA FARMACIA DEI SERVIZI

L’EVOLUZIONE DELLA FARMACIA DEI SERVIZI

La farmacia dei servizi è un’evoluzione dell’attività professionale nell’ambito delle cure primarie. L’ampliamento dei ruoli della farmacia è stato approvato con la legge n. 69 del 2009 che le consente di essere il presidio di assistenza sanitaria sul territorio. Nasce con lo scopo di ampliare i servizi territoriali, sia per favorire la deospedalizzazione della sanità, sia per garantire alle persone un servizio essenziale. L’attività di dispensazione dei farmaci e, conseguentemente, di consiglio ed educazione sanitaria può essere affiancata da nuovi servizi di grande qualità ed utilità per la comunità.

Le farmacie possono offrire servizi di assistenza domiciliare, di prenotazione di esami e di visite specialistiche ed esami diagnostici anche supportati da assistenza medica in Telemedicina.

PRESTAZIONI CHE LA FARMACIA DEI SERVIZI PUO’ EROGARE AI CITTADINI

La farmacia può erogare un largo spettro di servizi al cittadino, tra cui:

Analisi di primo livello, nelle quali rientrano: la misurazione della glicemia; la misurazione dei livelli di trigliceridi e di colesterolo; la misurazione in tempo reale di creatinina, transaminasi, emoglobina, emoglobina glicata ed ematocrito; i test di gravidanza, i test di ovulazione e i test di menopausa; i test del colon-retto, che sono effettuati attraverso l’analisi del sangue occulto nelle feci; le analisi per la misurazione dei componenti nelle urine.

– Tra i test diagnostici e le analisi di secondo livello rientrano: la misurazione della pressione arteriosa con l’uso di strumenti non invasivi per la misurazione della densità ossea e dell’osteoporosi; l’auto-spirometria per la misurazione della capacità polmonare; l’analisi della saturazione percentuale dell’ossigeno attraverso l’uso di tecniche non invasive; il monitoraggio, attraverso pratiche non invasive, dell’attività cardiaca e della pressione arteriosa, in collegamento con professionisti sanitari e centri accreditati dalle Regioni sulla base di specifici requisiti tecnici, professionali e strutturali.

 – Prenotazioni (Cup), ticket e ritiro referti.

Rimangono esclusi dal Decreto ministeriale questi servizi:
– tutti gli esami di laboratorio che sono ad accesso diretto;
– le urgenze sia di primo livello, sia di secondo livello;
– tutte le prestazioni prescritte su un ricettario non del SSN;
– tutte le prestazioni che richiedono modalità differenti dal sistema Cup.

In questi casi, pertanto, non è possibile fare la prenotazione, il pagamento del ticket e il ritiro dei referti in farmacia.

All’interno della farmacia dei servizi è possibile avvalersi anche della Telemedicina, così definita nelle linee di indirizzo nazionali: “Una modalità di erogazione di servizi di assistenza sanitaria, tramite il ricorso a tecnologie innovative, in particolare alle Information and Comunication Technologies (ICT), in situazioni in cui il professionista della salute e il paziente (o due professionisti) non si trovano nella stessa località”.

Si precisa che le prestazioni di Telemedicina hanno l’obiettivo di integrare le prestazioni sanitarie, per cercare di migliorarne l’efficienza e l’efficacia. In tale logica, gli strumenti di telemedicina fanno sì che:
– ci sia equità di accesso all’assistenza sanitaria, per esempio nelle zone rurali o nelle isole, migliorando al tempo stesso l’assistenza sanitaria in carcere;
– migliori la qualità dell’assistenza, garantendo così la continuità delle cure;
– aumentino l’efficacia, l’efficienza e l’appropriatezza dei trattamenti;
– ci sia un contributo all’economia da parte della telemedicina stessa.

Le linee di indirizzo nazionali stabiliscono, in particolare, che le finalità della Telemedicina riguardano i seguenti ambiti: prevenzione secondaria; diagnosi; cura; riabilitazione; monitoraggio.

I servizi di Telemedicina possono svilupparsi, oltre che in farmacia, anche nel domicilio del paziente, nell’ambulatorio, nelle strutture assistenziali dedicate, nelle residenze sanitarie assistite, nelle strutture di ricovero e cura, negli studi di medicina generale e dei pediatri di prima scelta, nei mezzi di soccorso e così via.