Antimicotico naturale per unghie: come Funziona?

Tabella dei Contenuti

Le micosi delle unghie sono un problema abbastanza comune e frequente, che riguarda in particolare le unghie dei piedi e che genera dei disturbi soprattutto estetici: l’unghia colpita si ispessisce, assume un colorito tendente al giallognolo, diventa fragile o si solleva. È vero che si tratta di un problema principalmente estetico, ma può aggravarsi soprattutto in persone con altri problemi di salute come i diabetici o gli immunodepressi. È quindi bene prendersi cura dell’unghia malata e risolvere l’infezione.

Il trattamento più comune e più efficace per curare la micosi alle unghie è quello farmacologico e prevede l’assunzione di farmaci per via orale su prescrizione medica per un lungo periodo, anche 3 mesi.

Trattamento antimicotico unghie naturale

Esiste però un sistema antimicotico che non è farmacologico ma naturale: l’asportazione graduale dell’unghia infetta, che viene a poco a poco sostituita da quella sana. L’unghia con il fungo viene prima ammorbidita e poi tagliata un po’ per giorno e contemporaneamente viene protetta con un cerotto traspirante.

In questa operazione un valido alleato è l’urea al 40%: si tratta di una sostanza per la cura della pelle e dell’unghia che è particolarmente efficace nelle micosi dell’unghia, grazie alla sua rilevante azione antimicotica. Utilizzata ad alte percentuali l’urea ammorbidisce selettivamente le parti dell’unghia contaminate dal fungo, facilitandone l’asportazione e il taglio.
L’Urea al 40% inoltre riduce del 99% la carica fungina: in questo modo l’unghia guarisce piano piano e viene sostituita da quella sana, evitandone la caduta.

Kit antimicotico unghie COLPHARMA®

Prova il kit antimicotico unghie COLPHARMA®: un dischetto con l’urea al 40% da applicare sull’unghia malata e un cerotto che protegge l’unghia, pratico e utilizzabile anche con le scarpe. In 2 settimane l’unghia guarisce e si evitano anche possibili diffusioni del fungo.

Prevenzione micosi unghie

Una volta curato il fungo bisognerebbe stare attenti ad evitare le recidive, prendendosi cura dei propri piedi con alcune buone pratiche come:

  • indossare sempre ciabatte in luoghi pubblici umidi come gli spogliatoi di piscine e palestre.
  • Cambiare quotidianamente i calzini e utilizzare materiali traspiranti come la lana o il nylon.
  • Indossare scarpe aperte quando possibile.
  • Asciugare sempre bene i piedi dopo la doccia, evitando di lasciarli umidi.
  • Tagliare bene e spesso le unghie.


Febbre del nilo sintomi cura

Febbre del Nilo: sintomi e cura della West Nile

In questi mesi, in Italia, si sta tornando a parlare di diversi casi di persone che hanno contratto la febbre West Nile, o febbre del Nilo. Ma che cos’è? Come accorgersi di averla contratta e quali sono i sintomi? Come prevenirla?

Leggi Tutto

RESPIRO

Diagnostica domiciliare

Repellenti Insetti parassiti e roditori

Benessere e personal care

Riabilitazione e dolore

Latti per l'infanzia